Ultime notizie
Home » Editoriali » Europa League: Fiorentina padrona del girone ma il sorteggio poteva andare meglio

Europa League: Fiorentina padrona del girone ma il sorteggio poteva andare meglio

 

Uefa

Europa League

Diciamolo subito, la Fiorentina è la strafavorita del gruppo K di Europa League appena sorteggiato, si sono evitate in seconda fascia squadre come Everton e Wolfsburg, ma nel complesso il girone dell’anno scorso era molto più facile e lo stesso Torino, partito in terza fascia (la Viola era invece testa di serie), avrà un girone sulla carta più facile di quello gigliato.

GRUPPO K: FIORENTINA, PAOK SALONICCO, GUINGAMP, DINAMO MINSK

I greci rappresentano una storica squadra greca, poco scudettata (2 soli titoli), ma con tantissime partecipazioni europee alle spalle. Nel preliminare il Paok ha fatto fuori la Real Sociedad, con addirittura un 4-0 in terra greca. L’anno scorso sono arrivati secondi in Campionato, dietro solo (ma molto staccati) all’Olympiakos. Il presidente della squadra è l’ex giocatore viola Zisis Vryzas.

Il Guingamp rappresenta la squadra di una cittadina francese di appena 8mila abitanti, reduce da un campionato nel quale ha conquistato la salvezza alla fine, ma in compenso ha vinto la Coppa di Francia (stiamo parlando quindi di un trofeo in un contesto che vanta la nostra stessa competitività). Il gigantesco portiere Samassa del Mali ed il forte attaccante Yatabarè, maliano anche lui, rappresentano i punti forti della squadra d’oltralpe. Molto stimato anche il giovane allenatore Jocelyn Gouvernnec, protagonista di un 4/4/2 che affronta sempre gli avversari a viso aperto.

La trasferta in Bielorussia, sempre insidiosa d’inverno per via delle condizioni climatiche, non ci fa sorridere neanche nei confronti della Dinamo Minsk, terza l’anno scorso in Campionato e seconda attualmente (con 31 goal fatti e solo 8 subiti in 21 gare) nel proprio campionato, in piena lotta per il titolo con il Bate Borisov.

Non allarmatevi però, la Fiorentina tecnicamente è superiore alle sue 3 avversarie, ma poteva andare meglio in un primo turno di Europa League da testa di serie. Ovvio però che se vogliamo puntare ad alzare il trofeo (da quest’anno chi vince l’Europa League andrà in Champions League), non possiamo farci spaventare da questi primi avversari.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento