Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina: Giancarlo Sali mercoledì aveva parlato a 360 gradi del mercato su Radio Blu

Fiorentina: Giancarlo Sali mercoledì aveva parlato a 360 gradi del mercato su Radio Blu

Giancarlo Sali

Radio Blu

Nel corso della trasmissione Tutto Viola Bar Sport (su Radio Blu) è intervenuto come ogni mercoledì il mio collega Giancarlo Sali:

“Ieri sera contro il Napoli abbiamo dato il massimo per le nostre possibilità.

Zarate? Giocatore che può cambiare le partite da subentrato, ma è legittimo accontentare un calciatore che voglia andare a giocare.

Il sostituto? Tutti i giornalisti più importanti, anche qui a Radio Blu, sostengono che in entrata il mercato della Fiorentina sia chiuso, mentre per me ci sarà ancora qualcosa, 1 o 2 innesti, in particolare arriverà una soluzione per il dopo Zarate, magari più un esterno offensivo (al di là della scoperta di Chiesa, abbiamo solo Tello e Berna, che rende più da trequartista forse, in quel ruolo) che una seconda punta.

Gabbiadini? E’ il preferito di Sousa e dello stesso Corvino, ma per arrivare a lui dovrebbero verificarsi una serie di concause importanti e non probabilissime: il Napoli che non riesce a venderlo a 20 milioni come De Laurentiis chiede, e lo stesso Presidente che dà l’ok alla soluzione del prestito verso una squadra italiana nelle ultime ore di mercato. Allora sì che potrebbe prenderlo la Fiorentina.

Cassano? Non interessa alla Fiorentina.

Giaccherini? Non c’è nessuna trattativa al momento, ma ha le caratteristiche migliori, tecniche e di prezzo, per essere l’acquisto ideale per la squadra viola. Ma ve la immaginate una Fiorentina iper-offensiva come quella del primo tempo di Verona, con Giaccherini che però, come Chiesa e diversamente da Tello, si sacrifica e fa anche la fase difensiva del ruolo di esterno?

Perchè perdere Gonzalo Rodriguez? Io mi lascio una porticina aperta, per me nonostante le dichiarazioni della compagna e del suo procuratore proveranno a venirsi incontro, chiudendo a metà strada. La compagna è toscana e rimanere a Firenze rappresenta la soluzione ottimale per la sua famiglia.

Ma perchè rischiare di perderlo per degli spiccioli? Corvino è fatto così da sempre: quando c’è da rinnovare ad un ultra-trentenne, sia esso Messi o Fiondella, ha dei paletti rigidi. Ma stavolta venendosi incontro a metà strada (Gonzalo chiede il rinnovo allo stesso ingaggio di oggi, la Fiorentina propone una decurtazione del 20% rispetto al suo stipendio attuale), si può ancora trovare l’accordo. Non dimentichiamoci che Gonzalo Rodriguez 3 anni fa per restare a Firenze rinunciò ad un sacco di soldi che gli offriva il Napoli.

La vittoria con la Juventus non deve ingannare nessuno, come si fa a non comprare dei difensori? Sono d’accordo con voi, alla Fiorentina servirebbe un’alternativa di pari valore ad Olivera (Sousa ha bocciato completamente Milic) che gli permetta di crescere, ed un terzino destro titolare. Mi accontenterei per Gennaio di prendere un terzino destro titolare.

Scalera e Castrovilli? Giocatori di prospettiva che intanto porteranno Hagi e Dicks in pianta stabile in prima squadra, dopo alcuni mesi di apprendistato con le giovanili.

Nomi? Corvino come al solito sta lavorando sotto traccia, in particolare per un qualcuno in avanti che prenda il posto di Zarate e Toledo. A me, ripeto, piacerebbe Giaccherini per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, ma per ora non lo stanno trattando”.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento