Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina, la mia lettera aperta a Galliani: “Meglio in Europa League che ladri!”

Fiorentina, la mia lettera aperta a Galliani: “Meglio in Europa League che ladri!”

Caro Adriano Galliani,

è con enorme rammarico che ieri ho dovuto assistere all’ennesimo (il 12′ in stagione) enorme favore arbitrale decisivo per una vittoria del Milan. Mentre l’opinione pubblica era impegnata nelle scorse settimane a biasimare la contestazione ricevuta quando lei era in tribuna a Firenze, il Milan ha passato gli ultimi  tempi 4-5 mesi a derubare, sportivamente parlando, avversari su avversari: i dubbi su entrambi i goal rossoneri segnati contro il Siena, le proteste atalantine nel match vinto dalla squadra di Allegri a Bergamo, il rigore totalmente inventato contro l’Udinese a tempo scaduto, la mancata espulsione di Mexes a Cagliari, l’arbitraggio imbarazzante contro la Lazio a San Siro, l’espulsione di Tomovic che ha falsato lo spettacolo della gara contro la Fiorentina già dal primo tempo, i due rigori evidenti negati al Genoa a Marassi, il rigore netto negato al Napoli 2 settimane fa per il macroscopico fallo di mano di Flamini in area rossonera, e poi ieri contro il Catania, in una partita senza dubbio dominata dal Milan, se Massa non vi convalidava il terzo goal (15 secondi dopo un fallo netto su Gomez non ravvisato dallo stesso direttore di gara che era a 2 metri dall’azione) non avreste comunque mai vinto.

Dunque Fiorentina e Milan devono giocarsi la Champions League ad armi così impari, va bene signor Galliani, ma almeno si eviti la ridicola figura di fare l’offeso se poi a Firenze qualche tifoso “osa” contestarla.

Si rende conto infatti da sè che senza la sequela di favori arbitrali ricevuti, nonostante i tanti campioni in rosa, quest’anno il Milan sarebbe stato fuori anche dalla corsa per l’Europa League.

Un’ultima cosa e concludo, il terzo goal di ieri, oltre ad essere irregolare, sottolinea ancora una volta la poco sportività della sua Società, non nuova a realizzazioni con giocatori avversari a terra (è il caso di  ieri, con lo stesso Gomez che pochi minuti prima aveva invece buttato la palla fuori con un giocatore rossonero fermo perchè infortunato), oppure in situazioni dove andrebbe restituita la palla agli avversari che l’hanno messa in fallo laterale per permettere il soccorso a vostri giocatori infortunati, come quando con un goal (che non uscirà mai dalla storia!) nel finale di gara il 24 Gennaio 1990 eliminaste l’Atalanta dalla Coppa Italia, approfittando dei giocatori bergamaschi fermi che aspettavano la restituzione del pallone messo fuori pochi secondi prima da Stromberg per soccorrere Borgonovo a terra.

Nel salutarla quindi Galliani, con fierezza assoluta le ribadisco: “Meglio in Europa League che ladri ed antisportivi!”

Giancarlo

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento