Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina: la sconfitta con il Paok ci testimonia un Paulo Sousa letteralmente impazzito

Fiorentina: la sconfitta con il Paok ci testimonia un Paulo Sousa letteralmente impazzito

Sousa_Fiorentina

Paulo Sousa

Sbilancia tutta in avanti la squadra sul 2-2, mentre avevamo il primo posto matematico in tasca

Fiorentina-Paok è la partita dei rimpianti, arbitrali innanzitutto, ma anche tecnici. Fermo restando che alla Fiorentina hanno negato un goal regolare, un rigore netto ed il 3’ goal del Paok Salonicco è in fuorigioco, ma stai 2-2 ad inizio ripresa, il Quarabag perde 3-0, quindi ti basta un pari per la matematica del primo posto e che fai? Cambi modulo (che diventa un improbabile 3/2/4/1) e sposti tutti in avanti?

I greci dovevano per forza vincere, alla Fiorentina bastava un punto ed invece Sousa l’ha messa nelle condizioni di prendere 3 contropiedi 3 contro 3 fino a quello del 92’ che ci è costato la partita!

Ora la trasferta lontanissima e faticosissima dell’ultima partita in cui potevi mettere 11 riserve e lasciare a Firenze i migliori, diventa invece decisiva e dovrai schierare i titolari, rovinandoti anche la gestione delle fatiche in vista dal Campionato, dove abbiamo pure una partita da recuperare.

A questo punto io che l’ho sempre difeso devo farvi comunque una domanda: è scemo o lo fa apposta per farsi esonerare? Ovviamente la mia è solo una provocazione, è ovvio che Sousa non volesse perderla, ma da Gennaio non fa altro che far capire che la Fiorentina fa schifo e tarpa le sue ambizioni e anche quelle dei suoi giocatori più forti (vedi le dichiarazioni su Bernardeschi, ripetute anche nel post partita), ma sui suoi errori ha mai fatto un esame di coscienza?

Chiusura su Lezzerini: in questo ha ragione Paulo Sousa, non stupiamoci più se dal Campionato alla Coppa del Nonno gioca sempre Tatarusanu, che non è Buffon, ma se le alternative sono queste, meglio tenersi il rumeno.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento