Ultime notizie
Home » Editoriali » La griglia di partenza delle squadre di Serie A: ecco la nostra classifica

La griglia di partenza delle squadre di Serie A: ecco la nostra classifica

 

Serie A

Serie A

Per una volta, come sempre facciamo al termine del calciomercato estivo, immaginiamo la griglia di partenza delle squadre di Serie A, come accade per le macchine di Formula 1.

La Juventus conferma la sua pole position, ma in prima fila stavolta la Roma (pronosticata invece da tutti lontanissima dalle prime posizioni all’inizio della scorsa stagione) è vicinissima alla squadra bianconera, perchè adesso anche la panchina è molto forte e diversi giocatori costretti a sedervici giocherebbero titolari quasi ovunque.

In seconda fila Fiorentina e Napoli, con i viola che anche senza Giuseppe Rossi hanno come rosa (molto molto lunga) sulla carta qualcosina in più dei partenopei.

Dietro a loro alla pari metto le 2 milanesi e la Lazio, sottovalutata da molti, ma Pioli ha una rosa assolutamente all’altezza per conquistare piazzamenti europei. Milan ed Inter con tutte e gli occhi sul contenimento delle spese (acquisti in prestito o a parametro 0) hanno costruito due rose competitive per cercare di dar fastidio a Fiorentina e Napoli nella lotta alla Champions League.

Possibili sorprese? In positivo dico Lazio, sottovalutata ripeto da troppe persone,  e le 2 di Genova (la continuità di Mihajlovic ed il Genoa che cambiando nuovamente buona parte della rosa, ha costruito una squadra attrezzata col giusto mix tra giovani di talento e gente d’esperienza, sperando che Preziosi non rivoluzioni di nuovo tutto a Gennaio, com’è abituato a fare). In negativo avevo pensato ad un Parma demotivato tutta l’estate come il suo Presidente dopo la cancellazione d’ufficio dall’Europa League, ma il ritorno in sella ufficiale proprio quest’oggi di Ghirardi, può ridare nuovi stimoli alla squadra. Allora dico il Palermo, che ha cambiato secondo me troppo poco rispetto alla squadra vincente di Serie B. Per la Serie A forse servivano degli innesti di categoria.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento