Ultime notizie
Home » Rubriche » Serie A: la classifica reale della Fiorentina senza errori arbitrali

Serie A: la classifica reale della Fiorentina senza errori arbitrali

errori arbitrali

1′ giornata: Siena-Fiorentina (la giornata recuperata solo pochi giorni fa vede Banti sbagliare all’inizio del match, graziando Destro dall’espulsione per un intervento scomposto su De Silvestri. Sempre nel primo tempo sullo stesso Destro manca un calcio di rigore. Due episodi che potevano cambiare radicalmente l’andamento della partita, ma alla fine considerando che, nonostante le occasioni da una parte e dall’altra, le due squadre hanno avuto più paura di perdere, che voglia di vincere, il risultato finale è quello più giusto).

2′ giornata: Fiorentina-Bologna (l’arbitraggio non incide sulla vittoria meritata dei viola).

3′ giornata: Udinese-Fiorentina (-1, l’arbitraggio di Romeo è imbarazzante a dir poco. Il rigore dell’Udinese è viziato da un precedente netto fallo di Benatia su Gamberini; nell’azione che porta al brutto infortunio di Gilardino, l’intervento kamikaze di Handanovic sull’attaccante viola è da rigore ed espulsione; nel primo tempo infine, manca un’espulsione lampante a Montolivo, che però prima di scalciare Torje, subisce dal rumeno un fallo, “ovviamente” non rilevato dall’arbitro).

4′ giornata: Fiorentina-Parma (un ottimo Rizzoli).

5′ giornata: Napoli-Fiorentina (+1, i viola avrebbero forse addirittura meritato di vincere, ma resta il fatto che al Napoli manca un rigore per fallo di mano di Pasqual su cross di Zuniga).

6′ giornata: Fiorentina-Lazio (-1, come detto, al di là di giudizi di parte, l’unico goal viola era regolare, il secondo della Lazio no, per fuorigioco, seppur leggerissimo, di Sculli, l’autore dell’assist per la rete di Klose. Senza quel goal la partita sarebbe finita col risultato più giusto, considerando gioco ed occasioni, cioè quello di parità).

7′ giornata: Cesena-Fiorentina (Russo non è perfetto, ma non sbaglia in nessuno degli episodi decisivi).

8′ giornata: Fiorentina-Catania (-2, vi rimandiamo all’articolo Fiorentina-Catania 2-2: commento e pagelle dell’arbitraggio vergognoso!
per il dettaglio di tutti gli errori gravi e decisivi commessi dall’arbitro Giannoccaro, che sbaglia per entrambe le squadre, ma che comunque nel computo finale toglie 2 punti alla Fiorentina).

9′ giornata: Juventus-Fiorentina (il primo goal della Juve nasce da un calcio d’angolo che non doveva essere concesso, vista la quasi certa posizione di fuorigioco di Matri, ma per la spinta di galeotta di Natali su Vidal nella ripresa in area di rigore viola e soprattutto per il dominio quasi totale dei bianconeri dimostrato durante il match, il risultato finale è sicuramente quello giusto).

10′ giornata: Fiorentina-Genoa (sospetto contatto in area genoana nel primo tempo tra Kharja ed un difensore rossoblu: per molte moviole il rigore si poteva dare, per me bene ha fatto l’arbitro a far proseguire. Nel secondo tempo invece, il colpo di testa di Gamberini coglie la traversa e viene poi ricacciato da Frey oltre la linea di porta: per fortuna quest’ennesimo errore arbitrale ai danni della Fiorentina stavolta non ci costa punti).

11′ giornata: Chievo-Fiorentina (la vittoria dei veneti è meritata e sarebbe potuta essere più rotonda, con un arbitraggio più attento e severo).

12′ giornata: Fiorentina-Milan (+1, al Milan viene annullato un goal regolare di Seedorf e negato un rigore per evidente fallo di mano di Behrami. Manca un rigore anche ai viola per una trattenuta di Thiago Silva su Cerci, sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nel complesso quindi è il Milan la squadra danneggiata).

13′ giornata: Palermo-Fiorentina (-1, vi avevamo anticipato del rigore solare negato nel primo tempo ai viola per fallo di mano di Silvestre, scopriamo poi che per le moviole ce n’era anche un altro di rigore nella ripresa per trattenuta di Pisano su Santiago Silva, anche se noi in questa circostanza non siamo d’accordo. Concordiamo invece sulla mancata espulsione di Zahavi, che ci stava tutta. Ne consegue che la partita è totalmente falsata dall’arbitro Russo di Nola!  Non esagero nel dire che si poteva addirittura vincere, ma noi ci teniamo bassi, nel calcolare un solo punto in meno per la Fiorentina a causa degli errori arbitrali di questa partita.).

14′ giornata: Fiorentina-Roma (sono netti i due rigori per la Fiorentina, come le tre espulsioni ai danni della Roma. Ad essere fiscali ci poteva stare anche un terzo rigore per i viola, quando Heinze respinge col braccio un tiro ravvicinato di Lazzari, nel secondo tempo).

15′ giornata: Inter-Fiorentina (l’arbitraggio di Tagliavento non influenza il risultato).

16′ giornata: Fiorentina-Atalanta (+1, tante le proteste dei bergamaschi: nel primo tempo sugli sviluppi di un calcio d’angolo, De Silvestri stende Manfredini, ma prima c’è un contrasto tra Behrami ed un giocatore dei lombardi, che induce l’arbitro a fermare l’azione; parecchi i falli di Lazzari nel secondo tempo, che andava ammonito. Nel finale poi la palla del 2-2 a Jovetic arriva da De Silvestri con un tocco di braccio, forse involontario, ma troppo palese e decisivo per non essere sanzionato. Se l’arbitro avesse fischiato, probabilmente a quel punto la partita sarebbe finita 1-2).

17′ giornata: Novara-Fiorentina (arbitraggio all’altezza di Damato nella netta vittoria dei viola).

18′ giornata: Fiorentina-Lecce (ci può stare il rigore concesso al Lecce, e che regala i tre punti ai salentini ultimi in classifica).

19′ giornata: Cagliari-Fiorentina (l’arbitraggio di Gervasoni è al di sotto della sufficienza, ma non influenza il risultato finale di una partita poverissima di emozioni).

20′ giornata: Fiorentina-Siena (+2, il volo di Brienza non si spiegherebbe neanche se gli avessero sparato, ma il contatto con Pasqual c’e, ed il rigore si poteva assolutamente dare. Quindi, ragionando a livello matematico, sarebbe potuta finire in pareggio, seppur in campo i viola abbiano strameritato di vincere).

21′ giornata: Bologna-Fiorentina (-3, inutile girarci attorno, ne avevamo parlato subito dopo la partita, e rispetto a quell’articolo, aggiungiamo che anche il primo goal del Bologna poteva essere annullato per un fallo precedente su Vargas. Confermato invece il fuorigioco di Di Vaio sul goal di Ramirez ed il rigore evidente per la Fiorentina non concesso ad inizio partita, per un fallo di mano dello stesso Di Vaio, sul risultato ancora di 0-0. Alla luce di questi eventi, e considerando anche che fino a che le due squadre sono rimaste in parità numerica, la Fiorentina ha giocato oggettivamente meglio del Bologna, la partita risulta totalmente condizionata e falsata dagli errori della terna arbitrale guidata da Giannoccaro).

22′ giornata: Fiorentina-Udinese (sono netti i due rigori per la Fiorentina. La prestazione della terna arbitrale comunque non è magistrale, perchè ci sono un pò di errori sulla valutazione di alcuni fuorigiochi e falli, ma per entrambe le parti).

23′ giornata: Parma-Fiorentina (di falli come la trattenuta di Cassani su Giovinco, in aree concitate, ne succedono a decine ogni partita, quindi pur accettando, a termini di regolamento, la decisione arbitrale che ha optato per il rigore, restiamo convinti che Rizzoli sanzioni un fallo che mai avrebbe fischiato se il Parma non fosse arrivato alla partita con la Fiorentina, da gravi torti subito nelle due gare precedenti).

24′ giornata: Fiorentina-Napoli (arbitraggio senza sbavature).

25′ giornata: Lazio-Fiorentina (la terna arbitrale giudica opportunamente regolare il goal di Klose, e rileva prontamente il fuorigioco di Cerci nell’azione da calcio d’angolo che avrebbe portato al pareggio dei viola). Ps Correzione successiva. Il goal di Cerci era buono, perchè l’ultimo tocco precedente era di un giocatore laziale (e non di Nastasic), che rimetteva così in gioco l’esterno viola.

26′ giornata: Fiorentina-Cesena (ci sarebbero due mezzi rigorini per i viola, poco pubblicizzati in tv proprio in virtù del risultato finale che comunque arride ai gigliati).

27′ giornata: Catania-Fiorentina (è netto il rigore per il Catania che decide la partita, com’è netta la stupidaggine combinata da Gamberini nell’occasione).

28′ giornata: Fiorentina-Juventus (il terzo goal della Juventus è viziato da un fuorigioco attivo di Matri, ma l’errore di certo non influenza la partita, visto il risultato finale).

29′ giornata: Genoa-Fiorentina (arbitraggio davvero fantastico quello di Brighi, assistito eccellentemente dai due guardalinee).

30′ giornata: Fiorentina-Chievo (-3, mancano almeno due rigori alla Fiorentina, uno su Amauri nella prima frazione ed uno su Gamberini nella ripresa. Dainelli poi, meritava il secondo giallo più volte nel corso del match. Quindi nonostante una prestazione scadente dei viola, il risultato finale è totalmente falsato dagli errori dell’arbitro Rizzoli).

31′ giornata: Milan-Fiorentina (la sudditanza psicologica verso il Milan dell’arbitro Celi, incentivata anche dai recenti piagnistei patetici di Allegri e Galliani, ha permesso la concessione ai rossoneri di un rigore inesistente e la mancata espulsione per doppia ammonizione durante il match di Bonera ed Ambrosini. Per completezza d’informazione, dobbiamo dire che al 92′ c’era il rigore reclamato dal Milan per l’intervento di De Silvestri su Cassano).

Bilancio Totale: -7= la Fiorentina dovrebbe oggi avere 43 punti, invece degli attuali 36 (nonostante tutto quasi in zona Europa League?).

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

3 commenti

  1. Sono juventino e mi complimento per il l’analisi degli incontri; in assoluto non mi trovo d’accordo sul metodo del conteggio algebrico degli episodi ma quando esso è applicato con intelligenza ed equità deve essere apprezzato come qualsiasi altro metodo interpretativo.
    Inutile dire che la Fiorentina quest’anno è “stranamente” alleata della Juve… a riprova che il calcio deve essere prima di tutto “mors tua vita mea”, a prescindere dalle simpatie di parte.
    Sui piagnistei del Milan invece non insisterei molto, perché credo che a turno, e all’occorrenza, piangano tutti (anche la Juve lo ha fatto) le stesse calde lacrime di disperazione: meglio attenersi alle vicende del campo, algebricamente e/o umanisticamente intese!
    saluti

  2. Giancarlo Sali

    Grazie Andrea per il tuo commento 😉

    • Giuro che il favore pro Juve di sabato scorso non mi ha condizionato: semplicemente fa piacere rilevare la coerenza nell’interpretazione, che può (e dovrebbe) benissimo coesistere con la voce del tifoso.
      Grazie a te

Inserisci un commento