Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina-Lazio 0-1: commento e pagelle

Fiorentina-Lazio 0-1: commento e pagelle

Wolski

Wolski

Perde ancora la Fiorentina che ha collezionato appena 5 punti nelle ultime 6 partite. Con la sconfitta contro la Lazio (contro una squadra a pezzi moralmente dopo l’incredibile eliminazione in Europa League), il Campionato viola probabilmente si chiude qua, con i ragazzi di Montella che si concentreranno ora principalmente sulle coppe. I tifosi che hanno accompagnato in tantissimi il pullman della Fiorentina allo stadio come se ospitasse degli eroi, oggi meritavano sicuramente di più (al di là del 66% di possesso palla della Viola)!

Non si usi come alibi la stanchezza, visto che la squadra era rinnovata per 8/11 rispetto al match infrasettimanale, e la Lazio aveva anzi potuto disporre di meno ricambi e veniva dal lungo viaggio dalla Bulgaria.

Si sono invece fatte sentire come macigni le assenze di Pizzaro e Borja Valero in campo e Montella (che ha sbagliato tanto comunque nelle scelte) in panchina. Nei biancocelesti davvero straordinario ancora Candreva, a tratti immarcabile, nonostante soffrisse tra l’altro di un’infiammazione.

Fiorentina 0-1 Lazio 5′ Cana

Pagelle

NETO n.g.: incolpevole sul goal, incolpevole sulla traversa colpita dalla Lazio, che sbaglia da sola i contropiedi pericolosi che crea.

TOMOVIC 6-: anche lui in difficoltà sulle scorribande in contropiede dei giocatori biancocelesti.

GONZALO RODRIGUEZ 6=: distratto colpevolmente nell’azione del goal vittoria, per il resto si disimpegna con la solita esperienza.

SAVIC 6: fa il suo.

PASQUAL 6=: meriterebbe un 10 per la consueta generosità. 90 minuti su e giù nonostante fosse uno dei pochi ad aver giocato giovedì, ma in fase difensiva è ridicolizzato da Candreva.

AMBROSINI 5,5: poco brillante.

AQUILANI 6=: anche lui ci mette tantissimo impegno su tutti i palloni, ma la differenza con Pizarro nel ruolo di regista è abissale.

MATIAS FERNANDEZ  6+: vivace.

CUADRADO 6: ci prova di continuo, ma è la brutta copia poco decisiva del campione che tutti conosciamo.

MATRI 6-: palloni giocabili neanche a comprarli.

JOAQUIN 5: difficile scegliere tra gli aggettivi nullo ed inesistente.

MARIO GOMEZ 5: d’accordo il ritardo di condizione, ma sembra davvero un giocatore di due categorie inferiori. Cosa succede al tedesco?

ANDERSON 6+: porta un pò di vivacità alla partita.

WOLSKI 6,5: pochi minuti a disposizione, ma 2-3 giocate davvero stupende le offre il giovane polacchino.

MONTELLA 5: a veder giocare così la Fiorentina ci verrebbe quasi da dire che non è merito suo il gioco spumeggiante di quest’anno e mezzo, ma della presenza in campo di Pizarro e Borja Valero, oggi appunto assenti. Sbaglia anche le scelte preferendo lo stanco (aveva giocato Giovedì) e convalescente Ambrosini ad Anderson e lo spento Joaquin ad uno tra Ilicic e Wolski, entrambi nettamente più in forma dello spagnolo.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento