Ultime notizie
Home » Editoriali » Cesena-Fiorentina 1-4: commento e pagelle

Cesena-Fiorentina 1-4: commento e pagelle

Matias-Fernandez Fiorentina

Mati Fernandez

La Fiorentina vince anche a Cesena e vede avvicinarsi ulteriormente le posizioni europee che contano, 3′ posto compreso.

La partita con i romagnoli, nonostante l’enorme differenza di tasso tecnico tra le 2 squadre, nascondeva delle insidie, perchè il Cesena era alla prima gara col nuovo allenatore (Di Carlo), e si sa che questo provoca sempre una scarica di adrenalina nei giocatori, mentre la Viola era con tante assenze in avanti (Rossi, Bernardeschi, Cuadrado e Babacar).

In realtà l’ex squadra di Bisoli ha messo alle corde la Fiorentina solo nei primi 5 minuti di gara, e poi la Viola ha preso in mano il match come gioco. Dopo il goal di Borja Valero allo scadere della prima frazione, anche le occasioni non sono più mancate: neanche la clamorosa papera di Neto, che ha riaperto potenzialmente la gara, ha creato particolari grattacapi alla squadra gigliata, che ha infine dilagato dopo il secondo giallo rimediato da Volta.

Per Mati Fernandez una gara da fuoriclasse, Gonzalo Rodriguez autoritario, ancora bene Savic, così come Pizarro, mentre Mario Gomez è sempre più indifendibile, considerando il fatto che continua a fallire goal clamorosamente facili, seppur come movimento e collaborazione nel gioco della squadra stia migliorando molto.

Vittoria strameritata insomma, ma non sempre potranno risolvere le partite i centrocampisti ed i difensori come in queste ultime gare, quindi al di là della necessità insindacabile di sfoltire la rosa, la Fiorentina deve obbligatoriamente acquistare un attaccante con un grosso fiuto del goal a Gennaio.

Cesena 1-4 Fiorentina 44′ Borja Valero, 47′ Savic, 60′ autogoal Savic, 79′ Gonzalo Rodriguez, 92′ El Hamdaoui

Pagelle

NETO 4,5: dovrebbe essere più riconoscente verso la squadra che gli ha dato sempre fiducia anche quando di papere colossali come quella di oggi ne commetteva molto più spesso.

SAVIC 7: goal importante e grande attenzione difensiva.

GONZALO RODRIGUEZ 7,5: autoritario, di nuovo padrone della difesa della Fiorentina, con il consueto vizio del goal.

BASANTA 6: gara sufficiente.

JOAQUIN 6: ormai bada quasi più all’ordine tattico, in un ruolo delicato, che ad offendere. Diligente.

AQUILANI 6: non la sua miglior partita stagionale, ma è sempre presente nella manovra e negli inserimenti.

PIZARRO 7-: fa girare la squadra senza mai perdere un pallone. Generoso anche in fase d’interdizione.

BORJA VALERO 6,5: goal decisivo che cambia la partita. Le sue reti mancavano al Campionato della Fiorentina.

ALONSO 6,5: parte in sofferenza con Nica, poi prende le misure e vince il duello diventando padrone della fascia sinistra, dove provoca anche l’espulsione di Volta.

MATIAS FERNANDEZ 7,5: il migliore in campo. Vivace, sempre nel vivo del gioco e con il suo piedino tutti i calci piazzati della Fiorentina stanno diventando potenzialmente dei goal.

MARIO GOMEZ 5: gioca 60 minuti da sufficienza piena, ma l’ennesimo goal facile facile fallito, episodio seguito da una eclissi sul campo, lo rendono ormai indifendibile.

ILICIC n.g.

EL HAMDAOUI 6,5: Mario Gomez 600 minuti in Campionato ed 1 goal. El Hamdaoui 5 minuti in Campionato ed 1 goal.

VARGAS n.g.

MONTELLA 7: a parte la gara con la Juventus, giocata alla pari dei campioni in carica, la sua Fiorentina mostra in questa fase una grossa facilità nel vincere le gare, anche e soprattutto in trasferta.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento