Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina: che figuraccia!

Fiorentina: che figuraccia!

Fiorentina Calcio

Fiorentina

Le scusanti ci sono, una qualificazione con primo posto matematico nel girone già conquistata ed il primo dei loro 2 goal subiti in evidente posizione di fuorigioco, ma la Fiorentina 2 di Coppa aveva comunque un tasso tecnico così superiore a quello della Dinamo Minsk, che non fosse altro che per il rispetto dovuto ai tifosi stasera presenti allo stadio, avrebbe dovuto offrire ben altra prestazione rispetto a quella brutta e per oltre metà gara svogliata di quest’oggi.

Invece nonostante un Gomez in campo per 45 minuti, un Cuadrado acciaccato partito titolare e poi subito sostituito, per il riacutizzarsi del problema al gluteo ma anche per un approccio alla gara che a Montella non è piaciuto per niente, si è persa la prima partita stagionale di Europa League.

Primo tempo piuttosto equilibrato e poco spettacolare, e comunque è la Viola ad avere le migliori occasioni fino al vantaggio bielorusso sul finale di frazione (in fuorigioco). Il raddoppio ad inizio ripresa chiude la gara, nonostante i 20 calci d’angolo della Fiorentina, all’interno di un forcing della mezz’ora finale agevolato dall’entrata in campo anche di Pizarro, ma quel punto senza nessuna prima punta più in campo (Mario Gomez ha giocato solo il primo tempo), con tutti attaccanti piccolini di statura e con diversi uomini che non avevano i 90 minuti nelle gambe (Marin e Lazzari su tutti), il tanto possesso palla ha potuto produrre solo il goal di Marin a 3 minuti dal termine, dopo una splendida azione personale del giovanissimo Minelli.

Di questa gara salviamo solo l’esordio del Primavera Minelli, che ha sbagliato un goal facile facile appena entrato sullo 0-0, ma che poi è stato l’unico per impegno e vivacità a creare veramente scompiglio nella difesa bielorussa, poi Richards, l’unico a salvarsi dietro e con la solita forza fisica ed esplosività che meriterebbero più spazio anche in Campionato, Ilicic, che ha giocato il secondo tempo al posto di Gomez in maniera discreta. Poi ci mettiamo anche un Marin che ad intermittenza ha fatto vedere la sua tecnica ed il solito regista che non ha sostituti (ma a 35 anni non può durare all’infinito) nella Fiorentina, Pizarro.

Chissà che ad Ilicic domenica a Cesena non venga concessa l’ultima chance da titolare accanto a Gomez, considerando che Marin ha giocato tutti e 90 i minuti stasera e che in attacco mancheranno Cuadrado (squalificato) e Babacar (infortunato), oltre a Pepito Rossi e Bernardeschi.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento