Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina-Lazio 1-3: commento e pagelle

Fiorentina-Lazio 1-3: commento e pagelle

Roncaglia Fiorentina

Roncaglia

Vince la Lazio a Firenze, perchè come avevo scritto nel nostro gruppo Facebook Viola Coscienti- Giornalisti e Tifosi della Fiorentina, prima della partita, è una squadra molto più forte della sua classifica, con individualità numericamente superiori anche a noi a centrocampo (Milinkovic-Savic è una brutta persona, ma a 20 anni di così pronti al primo anno in Italia ne ho visti pochi) ed in avanti.

E così perdere contro una squadra che prima della gara di oggi aveva 14 punti meno di noi ci può stare, dispiace solo averlo fatto ancora senza rinforzi nemmeno in difesa (dover giocare con almeno uno tra Roncaglia e Tomovic sempre titolare significa scientificamente non poter arrivare tra le prime 3), e dispiace anche vedere l’allenatore portoghese, che fin qui ha fatto miracoli e che giustamente chiede rinforzi dal calciomercato, continuare però a tenere fuori Babacar (l’attaccante con la media goal/minuti giocati migliore di tutta la Serie A), Mario Suarez (il giocatore più titolato ed esperto della nostra rosa) e Rossi (che in 15 minuti in campo ha fatto più di tutta la squadra messa insieme in 90), solo per far capire alla Società che c’è bisogno di nuovi acquisti. Con Ilicic acciaccato, ha lasciato Kalinic troppo solo pur di non far giocare Baba e Pepito.

Fiorentina 1-3 Lazio 45′ Keita, 92′ Milinkovic-Savic, 93′ Roncaglia, 95′ Felipe Anderson

Pagelle

TATARUSANU 5,5: nessuna colpa specifica sui 3 goal subiti, ma la consueta sensazione di insicurezza. Non esce mai!

RONCAGLIA 4,5: il suo goal su papera di Berisha non cancella i ripetuti e decisivi errori e disattenzioni difensive (come quella sul goal biancoceleste che allo scadere della prima frazione cambia la partita).

GONZALO RODRIGUEZ 5: in difficoltà spesso e volentieri.

ASTORI 5: il migliore della difesa nel primo tempo, anche lui va in grossa difficoltà sui contropiedi biancocelesti nella ripresa.

BLASZCZYKOWSKI 4,5: lontanissimo da una condizione fisica e mentale accettabile.

BADELJ 6-: la solita intelligenza tattica, ma cammina per il campo. Se avesse giocato Suarez, si sarebbe evitato anche il serio infortunio patito dal croato nel secondo tempo.

VECINO 5,5: pecca di lucidità.

ALONSO 6,5: soffre anche lui in fase difensiva i contropiedi della Lazio, ma si dimostra il migliore dei viola, giocando addirittura da ala destra nella ripresa.

BORJA VALERO 5,5: troppo nervoso ed un’altra ammonizione presa per proteste. Si batte come al solito per 2 ma senza grandi risultati.

MATIAS FERNANDEZ 5: una bella punizione in avvio e qualche palleggio in mezzo al campo con 0 incisività.

KALINIC 5,5: perchè non ne gioca qualcuna pure Babacar?

PASQUAL 6++: meno di un tempo gli bastano per mettere in mezzo all’area avversaria almeno 4-5 cross interessanti.

ILICIC 6-: non stava bene e per questo non è partito dall’inizio. La classe si è vede anche oggi, ma frenata appunto da uno stato fisico precario.

GIUSEPPE ROSSI 6,5: 2 volte vicino al goal in appena un quarto d’ora a diposizione, in confronto agli zero tiri in porta, a parte il goal fortunoso, costruiti da tutto il resto della Fiorentina nel corso dell’intera gara.

PAULO SOUSA 5,5: è vero che fa il massimo con le uova a disposizione, ma la stupida fissazione di non far giocare mai Babacar, Mario Suarez e Pepito Rossi comincia a diventare davvero fastidiosa.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento