Ultime notizie
Home » News » Fiorentina, ora la rivoluzione è completa: rimarrà solo Pasqual della squadra del Maggio 2012

Fiorentina, ora la rivoluzione è completa: rimarrà solo Pasqual della squadra del Maggio 2012

Pradè calciomercato

Daniele Pradè

Grazie al sito Fiorentina.it ripercorriamo come dall’estate 2012 a questa 2013, rispetto alla Fiorentina che ha terminato il Campionato nel Maggio dello scorso anno, rimarrà probabilmente solo capitan Pasqual.

Mario Gomez, David Villa, Josep Ilicic: nomi caldi, bollenti, nomi per la Fiorentina che sarà, nomi importanti, pezzi pregiati che andranno ad innestarsi in un progetto entusiasmante e vincente, un progetto partito appena un anno fa grazie all’opera di Pradè e Macia che in poco tempo hanno regalato a Firenze il “Rinascimento” della sua Fiorentina.
C’è da meravigliarsi a leggere la rosa viola poco più di un anno fa: una rivoluzione vera e propria, una demolizione totale per ricominciare a costruire, basti pensare a chi aveva ancora in organico la Fiorentina appena dodici mesi fa. Una vera e propria squadra da mettere in campo, completa in ogni ruolo di un ipotetico 4-3-3.
Partendo dalla porta, spazio Artur Boruc; difesa a 4 schierata (da destra a sinistra) con Lorenzo De Silvestri, Alessandro Gamberini, Kroldrup e Juan Manuel Vargas; centrocampo a 3 composta da Riccardo Montolivo, Valon Behrami e Andrea Lazzari, tridente offensivo con Alessio Cerci, Amauri e Marco Marchionni. Una squadra completa, dicevamo, con tanto di riserve: basti pensare ai vari Kharja, Camporese, Felipe, Nastasic (ceduto poi a fine agosto), Natali….
Una rivoluzione autentica, un vero e proprio smantellamento che sembra destinato a non finire: già, perché dopo la splendida stagione appena conclusa, la lista di chi, sotto l’era Pradè-Macia, sembra destinato a veder chiudere la sua avventura in viola si allunga. Basti pensare a Viviano, giunto in prestito a mai riscattato, o ai quasi sicuri partenti NetoJovetic, ai quali, forse, potrebbe aggiungersi anche Ljajic.
Di quella rosa 2011/2012, protagonista di una delle stagioni più grigie della storia viola, ne rimarrà probabilmente solo uno: il capitano Manuel Pasqual. Uno smantellamento totale, una demolizione completa che Pradè e Macia hanno ritenuto (e i risultati danno loro ragione) necessaria e fondamentale per ricominciare a vincere. Un’intera rosa ceduta nel giro di dodici mesi, quasi un miracolo di calciomercato per una coppia che, fra ceduti e acquistati, ha già conquistato il cuore e la fiducia dei fiorentini.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento