Ultime notizie
Home » Editoriali » Fiorentina-Pescara 2-2: commento e pagelle al sangue

Fiorentina-Pescara 2-2: commento e pagelle al sangue

Vecino

Vecino

Finisce con un 2-2 interno contro il Pescara ultimo in classifica l’amara stagione della Fiorentina, ma almeno i giocatori viola un pizzico di orgoglio, e sottolineo la parola pizzico, ce l’hanno messo, pareggiando 2-2 con un uomo in meno e rimontando da 0-2, in una partita condizionata appunto pesantemente dall’espulsione al 37′ del primo tempo di Federico Chiesa. In molti hanno detto che si è trattato di un’espulsione affrettata, ma io che me la prendo sempre con gli arbitri stavolta dico che la vera sciocchezza l’ha fatta Chiesa, a prendere 2 gialli a pochissima distanza di tempo l’uno dall’altro ed in quel modo. E’ molto giovane, ma è la seconda volta che gli accade di commettere una leggerezza del genere, e quindi deve crescere tanto sotto questo aspetto, perchè oggi non contava niente, ma non sempre sarà così.

Pagelle

Dragowski 6: incolpevole sui 2 goal subiti, attento in tutte le altre situazioni, mai però difficili. Futuro.

Tomovic 5: protagonista in entrambi i goal presi dalla Fiorentina, anche se nel primo caso poteva farci poco, mentre nel secondo la disattenzione è evidente. Prestazione mediocre.

Gonzalo Rodriguez 5++: avrebbe voluto chiudere con una grande prestazione, ma nonostante il grosso impegno, anche stasera palesa diverse leggerezze. Resta però il nostro grande guerriero degli ultimi 5 anni, calciatore simbolo di impegno e grinta come giustamente ha scritto la Fiesole su uno striscione preparato per salutarlo.

Astori 6: il migliore della difesa viola, ma anche lui non impeccabile come posizione sul secondo goal degli abruzzesi. Senza infamia e senza lode.

Chiesa 5: uno dei pochi volenterosi in campo….tra i migliori, finchè resta in campo, come impegno, anche se con poca qualità nelle conclusioni. Poi l’enorme sciocchezza dell’espulsione. Ingenuo.

Vecino 6,5: torna il più bello a vedersi del centrocampo viola dopo il passaggio a vuoto di Napoli e segna anche un goal straordinario, da lontanissimo, che vale il pari finale. Si ferma al 6,5 perchè è sua la palla persa che in pochi secondi porta il Pescara a raddoppiare. Gioiello.

Cristoforo 5,5: oggi nel suo ruolo gioca una gara appena migliore delle precedenti. Delusione per ora confermata.

Salcedo 5,5: vederlo esterno sinistro di centrocampo è quantomeno insolito. Nella ripresa torna difensore. In generale così e così.

Saponara 6+: 60 minuti orrendi, poi un goal, altre 2 reti mangiate, ed ancora lo zampino nell’azione del 2-2 e la palla goal grande offerta a Babacar per il 3-2 che il senegalese fallisce. Alti e bassi, ma i numeri ce li ha.

Bernardeschi 6=: si conferma voglioso di fare bene, ma con risultati non eccellenti. Indeciso sul futuro.

Babacar 5+: nonostante l’aria di vacanza e 2/3 di partita disputati con l’uomo in meno, l’impressione è che con Kalinic o con lui in serata migliore oggi si sarebbe vinto. L’assist a Saponara, tra l’altro dopo un controllo sbagliato, e poco più. Impalpabile.

Hagi 6: quasi incontenibile nei primi minuti in campo, fino allo zampino decisivo nell’azione del primo goal gigliato che ha mantenuto in partita la Viola. Poi qualche errore, ma ci sta a 18 anni e mezzo…...Il talento c’è e si vede.

Borja Valero 6+: impatto d’intensità sulla partita. Nuovo Capitano (come la scenetta alla sostituzione celebrativa di Gonzalo Rodriguez ha dimostrato).

Tello 6: in 2-3 accelerazioni mostruose, seppur non tutte chiuse bene, fa capire che in un 4/3/3 o 4/2/3/1 può essere devastante l’anno prossimo.

Paulo Sousa 5,5: la scelta di Salcedo esterno di centrocampo e la fase difensiva anche oggi piuttosto allegra non convincono. Ai saluti.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento