Ultime notizie
Home » News » Le ultime di calciomercato sulla Fiorentina

Le ultime di calciomercato sulla Fiorentina

Pradè

Daniele Pradè

Meno di due giorni alla trasferta importantissima di Verona contro il Chievo per la Fiorentina, ma in quest’articolo vogliamo fare il punto sulle trattative di calciomercato in entrata ed un uscita della squadra viola.

Procediamo ruolo per ruolo, iniziando ovviamente dalla porta. Con l’acquisto di Rosati, stavolta a titolo definitivo dal Napoli, la Fiorentina ha il secondo di Tatarusanu. Per Neto si cercherà la cessione entro il 2 Febbraio, per racimolare qualche soldo o magari per inserirlo in qualche scambio (forse con Giovinco, anche lui in scadenza di contratto, ma la Formica Atomica guadagna troppo), visto che se dovesse restare, a Giugno se ne andrà comunque a parametro 0.

In difesa non sono previsti grandi movimenti: Hegazy potrebbe andar via in prestito, con diverse squadre di A che lottano per la salvezza ed il Bologna (che vorrebbe però il diritto di riscatto) interessate. In entrata al massimo potrebbe arrivare un esterno destro come alternativa, se capiterà l’occasione.

A centrocampo se ne andrà in prestito Brillante: dopo l’interessamento dello Spezia, ad oggi Empoli ed un’anonima squadra inglese se lo contendono. Lazzari è cercato da Sampdoria e, soprattutto, Cagliari, sua ex squadra che il giocatore ama, ma almeno uno tra lui e Kurtic (il Sassuolo vorrebbe farlo tornare in anticipo dal prestito per scambiarlo con Torino o Atalanta) dovrebbe rimanere, a meno che i dirigenti della Fiorentina non prendano un altro centrocampista: il sogno è Bertolacci, la Roma è d’accordo, mentre il Genoa, che ne detiene l’altrà metà del cartellino, lo vuole tenere a tutti i costi.

Davanti è già arrivato Diamanti ad arricchire la numerosissima rosa di giocatori offensivi della Fiorentina, che non si riesce ad alleggerire. Iakovenko non ha mercato, El Hamdaoui quasi, Ilicic sta rifiutando la buona offerta del Bologna (1 milione per il prestito più 5 per il riscatto obbligatorio, con ritocco dell’ingaggio per lui) ed ora aspetta il Torino, che però cerca il giocatore solo in prestito. Marin potrebbe tornare in anticipo al Chelsea dal prestito (ma l’atteggiamento avuto con un talento del genere da Montella è veramente folle), mentre Wolski di ritorno dal prestito al Bari è stato riprestato per 18 mesi ai belgi del Mechelen, lasciando però a loro un pericolosissimo diritto di riscatto sul talento polacco. Matos ritornerà anche lui in anticipo dal prestito (Cordoba, Serie B spagnola), per tornare in Brasile al Palmeiras, in prestito con diritto di riscatto. In entrata piace molto Defrel.

E Mario Gomez? Che non sia più incedibile lo sanno anche i muri, che la Fiorentina si sia cautelata ad inizio settimana chiedendo informazioni su Destro ed Osvaldo anche questo lo sanno tutti, ma il tedesco, con un ingaggio così pesante e decine di prestazioni più che scadenti alle spalle, in questo momento ha pochissimo mercato, sia in Italia che all’estero. E darlo in prestito o venderlo a poco dopo averlo pagato quasi 20 milioni di euro, alla Fiorentina nessuno la vede come una possibile soluzione.

I tanti esuberi, specie in avanti, restano comunque il grosso handicap della Fiorentina, che con quasi 35 giocatori in rosa non può permettersi di effettuare altri acquisti. Appesantire ulteriormente il monte ingaggi è vietato, prima di esser riusciti a dar via almeno 5-6 elementi, ma questa non sembra a tutt’oggi una cosa facile.

Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!

Inserisci un commento